Una poesia a caso

Aggiorna la pagina per leggere un’altra poesia a caso!

  • Frutto
    by Stefano Giolo on 12 Maggio 2009 at 11:22

    Frutto
    (11/05/09)

    Entra la brezza dalla finestra di camera mia,
    brezza primaverile che scivola sulla mia pelle
    sui miei pensieri
    sulle mie ferite

    Ed io resto qui nel silenzio
    avvolto
    nel suono di una chitarra classica e di un flauto
    alla luce di una candela che danza.

    Resto qui.

    Resto a chiedermi cosa sia giusto e cosa no
    a chiedermi che cosa ci sia dentro me.

    Come un frutto,
    come una pesca da aprire
    con uno schiocco vorrei sapere cosa c’è nel nocciolo.
    Dentro me
    dentro me.
    Nel profondo sotto la dolcezza
    nel profondo sotto l’essenza stessa.

    Per scoprirlo, per raggiungere il nocciolo
    per raggiungere il dentro però vorrei vivere
    vivere tutto ciò che c’è attorno

    e non importa cosa troverò

    non importa cosa c’è dentro perché avrò vissuto il gusto
    avrò vissuto profumi inebrianti
    avrò vissuto i colori

    avrò vissuto.

    Entra la brezza dalla finestra della mia camera,
    brezza primaverile che mi carezza la pelle
    i pensieri
    le ferite

    Ed resto qui nel silenzio
    avvolto
    nel suono di chitarra classica e di flauto
    nella luce di una candela danzante.

    Continua a leggere

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.