Un racconto a caso

Aggiorna la pagina per leggere un altro racconto a caso!

  • Viscido
    by Stefano Giolo on 12 Luglio 2015 at 14:39

    Ti osservo da un po’, sei lì, seduto immobile con gli occhi chiusi.
    È ora di svegliarsi mio amato, è ora di vegliarsi.
    Scuoto il pavimento.
    Ti osservo mentre improvvisamente apri gli occhi, lo sguardo allucinato con il quale ti guardi attorno, spaventato attonito incredulo nel buio.
    Ti osservo.
    Senti il morbido di quel molle pavimento sotto il tuo corpo.
    Viscido.
    Senti le pieghe morbide e tumide su cui sei seduto.
    Viscido.
    Ti osservo mentre come cieco abbassi le mani e lo tocchi, ne saggi la consistenza, cerchi di comprenderne il significato mentre la tua mente torna lentamente attiva, lentamente.
    Ti metti a carponi mentre speri che il tuo sguardo si abitui al rossastro buio che ti circonda.
    Ti metti a carponi e tocchi
    viscido
    ciò che ti circonda.
    Vedo nei tuoi occhi la paura, il dubbio, l’incomprensione prima e poi lentamente montante dal nulla all’estremo il panico.

    Continua a leggere

Scroll Up

Questo sito usa cookies per fornirti la migliore esperienza. Se sei d'accordo clicca sul tasto 'Accetta cookies', altrimenti controlla la privacy cookies policy e scegli nel dettaglio.